Tutti al Mare | Michele Serra | Maratea



"Tutti al Mare"

di Michele Serra 
Universale Economica Feltrinelli 
illustrazioni di Sergio Staino 
Milano , 7a edizione. maggio 2015, pagg. 126


TUTTI AL MARE maratea

Il giro d'Italia in Panda

Nel suo giro in Fiat Panda lungo tutte le coste italiane , Serra si imbatte in una delle visioni più affascinanti del suo viaggio : Maratea.

"Prendete uno dei temi più sacri agli italiani: le vacanze, le vacanze al mare; aggiungete migliaia di chilometri di coste e di “ridenti cittadine”; affidatene commenti e riflessioni a un giornalista dotato di fantasia e sensibilità; agitate il tutto ed ecco fatto il cocktail: Tutti al mare.

Tutti al mare è il diario di viaggio che Michele Serra ha scritto nell’agosto dell’85, percorrendo le spiagge della penisola come inviato dell’Unità. 

L’apprezzamento dei lettori è risultato cosi vasto, che il reportage è stato raccolto e pubblicato un anno dopo in un agile libretto andato letteralmente a ruba.

Sull’onda di questo inaspettato successo, Tutti al mare, arricchito dalle illustrazioni di Sergio Staino, il popolare disegnatore di Bobo, ha continuato il suo giro tra librerie ed edicole, dove ancora oggi tira bene e se ne può acquistare la quinta ristampa.

Non male per la “delirante proposta”, accolta perché “pur di riempire i giornali, in agosto, si è disposti a tutto”. "

di  Elio Cipriani (estratto) 

L'AUTORE

michel serra maratea


Michele Serra Errante è nato a Roma nel luglio del '54. 

Nel '59 la famiglia si trasferisce a Milano, dove Serra è cresciuto, ha studiato (maturità classica al liceo Manzoni) e ha cominciato a lavorare, nel '75, come stenografo-dimafonista all'Unità, interrompendo l'università al terzo anno di Lettere Moderne. 

Prima redattore poi inviato dell'Unità (per le pagine dello sport e per quelle degli spettacoli), nell'85 comincia a collaborare a Tango di Sergio Staino, dedicandosi alla scrittura satirica. 

Nell'89, dopo la chiusura di Tango, il direttore Massimo D'Alema gli chiede di progettare e dirigere un secondo inserto satirico e culturale. 

Nasce Cuore, che per due anni resta all'interno dell'Unità e poi, dal '91, diventa un settimanale autonomo. 

Lascia la direzione nel '94, per festeggiare i suoi quarant'anni e per dedicare più tempo alla scrittura. 

Attualmente vive a Bologna e collabora con Repubblica ,  L’Espresso ,  Vanity Fair . 

Scrive per il teatro e ha scritto per la televisione (Che Tempo che Fa ed altro).