Isola di SantoJanni



L' isola del Garum

The Isle of Garum

Poco più di un isolotto, appena al largo della costa sud di Maratea, Santojanni presenta resti archeologici di un impianto di produzione e conservazione del "garum" o secondo altri studiosi per la conservazione dl tonno. 
In entrambi i casi la tappa successiva per questi alimenti erano le tavole dei romani nell'Urbe.

Più evidenti i ruderi di un  edificio religioso di età tardo-medievale, verosimilmente dedicato al culto di San Giovanni ( Santo Janni).
 La leggenda vuole che qui siano approdati i fedeli armeni con le reliquie di San Biagio
E sempre qui che ci sono dei segni delle antiche attività marinare e commerciali.

ISOLA SANTOJANNI MARATEA

drago maratea


Nei pressi dell'Isola di SantoIanni infatti notevoli sono i ritrovamenti di anfore e ancore dell'età romana , segno di frequentazioni delle navi mercantili dell'epoca. 

Gli scogli della "Matrella" uniscono idealmente l'isola alla costa, in uno dei punti più spettacolari di tutto il litorale.

Voce di popolo voleva  che l'isolotto fosse invaso da conigli selvatici ma oggi l'unico animale che vi sopravvive - oltre ad alcuni uccelli come i  gabbiani -  è il raro Drago di Santo Janni ovvero il Podarcis sicula paulae , una lucertola dal caratteristico color azzurro del ventre. 

Si tratta di un endemismo del luogo molto simile alle Lucertole dei Faraglioni o altre rettili simili che popolano gli habitat di isolotti o scogli in continuo contatto con l'aerosol marino.

Una zona fantastica

LICINI SANTOJANNI
E' questa l'area infatti delle spiagge più belle quali quelle del Macarro, da' Cala Vecchia, de' Illicini, di Cala Jannita o Spiaggia Nera, 'i Vranne, Funnicu Regiu e con la Grotta da' Sciabella e quella di San Giorgio.