Lucania antica

Lucania. Questa sconosciuta.


L'Antica Lucania si estendeva dal fiume Sele in Campania al fiume Laos in Calabria ricoprendo l'intero territorio dell'attuale Cilento e la parte nord dell'Enotria.

Questa rappresentata sembra essere la massima estensione di territorio governato raggiunta dal popolo dei Lucani,  di origine Osca, che arrivò lungo le rive del Basento nel V secolo a.C..



La Grande Lucania

mappa Lucania antica
clicca sull'immagine per allargare

Mario , Silla , Pirro , Annibale & c.


Un popolo che con alterne alleanze, vittorie e sconfitte , conquiste e perdite di città e territori alla fine fu travolto dai Romani che li sconfissero definitivamente nel 82 a.C. nella battaglia di Porta Collina.  

Questa che fu l'epilogo della guerra civile tra Mario - cui una fazione dei Lucani era alleata - e Silla , che risultò vincitore , causò  la dispersione di ricchezze e possedimenti lucani che finirono per essere romanizzati, distruggendo così le radici stesse della loro civiltà. 

Nei vari secoli della loro esistenza come popolo i Lucani combatterono o furono alleati dei Greci, dei Sanniti , del re dell'Epiro e dei Bruzi, dei Tarantini e infine dei Romani.  

Tra gli episodi più rimarchevoli dell'epopea dei Lucani c'è sicuramente la famosa vittoria di Pirro realizzata con l'utilizzo degli elefanti che dai romani , per non averli mai visti prima venivano chiamati "buoi lucani". 
 
Per altri motivi invece sono da ricordare le gesta di Annibale che scorrazzò per molti anni nei territori lucani depredandoli pur avendoli come alleati.

La Grande Lucania

La Grande Lucania è un movimento culturale e politico che mira a ricostruire dal punto di vista amministrativo quell'unicum geografico, dialettale e fisico che è la Lucania.

Negli ultimi decenni si è creato un movimento di opinione , sopratutto nelle popolazioni dei comuni cilentani in Campania, con l'obiettivo di ritornare ad essere parte della Basilicata.

Questo non solo in considerazione dei confini geografici della antica Lucania che  , a seconda dell'epoca di cui si parla erano dal fiume Sele in provincia di Salerno alla piana del Lao a Scalea ,  ma sopratutto per gli elementi di continuità storica e culturale che accomuna questi territori.

Senza dimenticare che esistono peraltro dei toponimi ( Vallo della Lucania e Atena Lucana per esempio) che ricordano l'appartenenza di quelle aree alla Grande Lucania.

Il movimento mira a coinvolgere cittadini e istituzioni, attraverso attività culturali , politiche e scientifiche , al fine di indire dei referendum che permettano ai cittadini di esprimere la propria volontà per arrivare ad una eventuale aggregazione amministrativa delle comunità del Cilento e del Vallo di Diano con la Basilicata.