Fuoco grande | Cesare Pavese | Maratea



" FUOCO GRANDE "

di Cesare Pavese e Bianca Garufi 
a cura di Mariarosa Masoero 
Torino, Einaudi 2003  pagg XLVI-80 


fuoco grande pavese maratea

l'incompiuto

Il romanzo "Fuoco grande", scritto nei primi mesi del 1946 a capitoli alterni da Cesare Pavese e Bianca Garufi e rimasto incompiuto all'undicesimo capitolo, fu ritrovato postumo tra le carte di Pavese. 
L'edizione princeps uscì nel 1959 da Einaudi per volontà di Italo Calvino.  
Il titolo scelto da Pavese era "Viaggio nel sangue", poi mutato in "Fuoco Grande" dall'editore, prendendo spunto da una frase della serva Catina, che usa un modo di dire della parlata siculo-calabrese per indicare situazioni difficili. 
Ciascun capitolo mostra, alternativamente, il punto di vista di Giovanni e di Silvia, i due protagonisti di una vicenda assai cupa ed aspra, che si svolge per lo più a Maratea, paese d'origine della ragazza. 
 
La trama 
Silvia, una giovane che ormai vive e lavora in città, riceve un telegramma e deve partire improvvisamente per la sua terra d'origine, Maratea
Nel viaggio si fa accompagnare da Giovanni, col quale ha una relazione. 
Sarà un viaggio in un Sud profondo, legato ad usanze ancestrali e dalla mentalità arretrata, che porterà Silvia a ripercorrere il suo passato oscuro e Giovanni a scoprire un devastante segreto familiare, tenuto sino ad allora accuratamente celato da Silvia stessa. 
Motivo ufficiale del ritorno di Silvia a casa è infatti la grave malattia e poi la morte di Giustino, un ragazzo di tredici anni creduto da tutti suo fratellastro, nato dal secondo matrimonio della madre con l'avvocato, un notabile locale. 
In realtà Giustino è figlio di Silvia e del patrigno, è stato concepito quando lei aveva solo tredici anni e le è stato poi strappato via dalla madre. 
La ragazza ha lasciato il paese subito dopo il fatto, è passata attraverso altre violenze e altre storie ed ora Giovanni si troverà, gradualmente, a scoprire questa realtà familiare oscura, un vero segreto che ha cambiato radicalmente la vita e il carattere di Silvia. 

L'AUTORE

cesare pavese


Cesare Pavese (Santo Stefano Belbo 1908- Torino 1950) scrittore italiano.

 All'attività di romanziere e poeta affiancò quella di saggista e traduttore e fu tra i fondatori della casa editrice Einaudi. 

Prima direttore della rivista Cultura e assiduo traduttore di autori americani, è stato poi l'anima della Casa editrice Einaudi nei suoi primi 17 anni di storia, sia come redattore che come autore. 


Tutte le sue opere sono state pubblicate da Einaudi e vengono continuamente ristampate.